comments 5

Giorno 17 – S.Pietro in Bevagna – Gallipoli

Ultimo giorno!! Soltanto una settantina di Km mi separano dal traguardo finale. I panorami sono sempre più familiari: terra rossa, mare azzurro e il verde degli olivi. Seguo la costa Jonica fino a Gallipoli. Mi fanno compagnia le vecchie torri di avvistamento: Torre Colimena, Torre S.Isidoro, Torre Inserraglio….

20130617_07192320130617_10240320130617_090921

20130617_092549

 

Annunci

5 Comments

  1. Bel viaggetto, Arturo.
    Se continuerai a viaggiare da solo ti consiglio di procurarti un treppiede fotografico leggero, es. Manfrotto, ca.70 euro. Potrai così fotografarti accanto alla bici con l’autoscatto. E’ tutt’altra cosa.
    Se vuoi consigli sul tuo prossimo viaggio in Sicilia, chiedimi pure… di “cose siciliane” me ne intendo.

    Mi piace

    • arturo levantaci

      Ciao, ti seguo da un po’anche se ho intuito che non la pensiamo proprio uguale. Mi sembra di aver capito che adesso sei al nord altrimenti potevo passare dalle tue parti.Meteo permettendo partirei a Marzo, e siccome non sono coraggioso come te e quindi non farò campeggio selvaggio, mi sto documentando sulle strutture funzionanti in quel periodo.Sarà la mia prima volta in Sicilia, per cui sarà un tour classico:periplo con qualche deviazione. Mi piacciono anche le cose misconosciute ma interessanti(= belle,originali).Se hai qualche consiglio è ben accetto. Viva la velorucion… Arturo

      Mi piace

      • Il mese di marzo in Sicilia è spesso perturbato. Questo perchè nel clima mediterraneo la stagione è “spostata” in avanti di circa uno-due mesi rispetto al clima continentale-prealpino. In altre parole mentre al nord a marzo ci sono i segni della primavera, in Sicilia è ancora inverno. Ciò non esclude ci siano ottime giornate di sole. In compenso, la luce per le fotografie è una meraviglia. Aprile è meno piovoso ma anche più ventoso. L’idea di un periplo in senso antiorario è buona perchè viaggi sempre sulla destra della carreggiata, quindi adiacente al mare – inoltre i venti più forti sono quelli da nord o nord-ovest: in questo modo li avrai a favore.
        La condizione delle strade è variabilissima e dipende dalle amministrazioni locali. Si va da carreggiate lisce tipo Svizzera a strade da terzomondo stracolme di buche colossali, smottamenti, frane, eterni cantieri e sporche all’inverosimile (es. entroterra del palermitano e corleonese). Le strade costiere sono in genere buone ma possono essere strette e percorse da camion (es. la ss113 settentrionale sicula). Le piste ciclabili non si sa neanche cosa siano; gli automobilisti corrono come e più che al nord. Le provinciali di campagna, le strade secondarie, in altre parole le strade interne e meno battute possono essere affascinanti, ma ci sono spesso cani randagi che vagano. Sono stato inseguito innumerevoli volte, e non è vero che il cane “se è da solo non attacca”: un branco è peggio, ma anche la singola bestia ti può dare delle grane.
        Il pane e la frutta sono una favola e costano poco. Da tempo anche nei panifici sfornano arancini di riso e cibo di tutto rispetto. Con 5-6 euro hai risolto il problema del pranzo quasi ovunque e a tutte le ore.
        I B&B applicano un cartello fisso di prezzo di 35euro; per la colazione spesso sono convenzionati con un bar del posto: questo vuol dire che avrai solo un cappuccino e un cornetto (in Trentino o in Austria per 20 euro dormi+fai una colazione interminabile); in compenso l’accoglienza è sempre calorosa e fraterna.
        Da non perdere:
        Costa nord: la Tonnara di Scopello all’alba, tu e la bici e il mare.
        Costa ovest: i mulini a vento e le saline fra Trapani e Marsala ( voglio vedere foto al tramonto! )
        Costa sud: l’incredibile scogliera bianca di Scala dei Turchi presso Realmonte (AG)
        Costa est: il canyon calcareo di Pantalica scavato dal fiume Anapo, nell’entroterra di Siracusa.
        Se vuoi lavorarti l’Etna: a Nicolosi, m.700 a N di Catania c’è un ostello della gioventù; il mattino riparti e sali al rifugio Sapienza m.1880, poi scendi verso est a Zafferana Etnea e riguadagni la costa.
        E’ un osso duro ma ne vale la pena.
        Attenzione ai campeggi gestiti, mi fido poco di certe proclamate “aperture in bassa stagione”. Comunque se trovi chiuso e hai la tenda prova a chiedere a un proprietario di dormire nel suo terreno. Difficilmente lo negherà; la gente è molto ospitale – non quanto i sardi, ma abbastanza da farti pernottare al sicuro.
        Comunque come già detto ci sono anche i B&B: ce ne sono migliaia dappertutto, specie zona mare.
        Non accamparti liberamente nei pressi di grandi città tipo palermo o catania. MAI.
        – e cerca di attraversarne le periferie più in fretta possibile.
        Aggiungi un tocco di “non programmato” al viaggio. Lo ricorderai più del viaggio stesso.
        In cosa consiste? Questo tocca a te.
        Io non ho una visione edulcorata della sicilia, ti dico come stanno le cose.
        Troverai squallore e cattedrali, immondizia e meraviglie. Non ci sono mai le mezze misure, da quelle parti.
        Occhi aperti.
        e buon viaggio –

        Mi piace

      • arturo levantaci

        Ti ringrazio dei consigli. Adesso medito e decido.
        Qualcuno ha detto che la decisione più difficile da prendere é quella di partire, poi le cose succedono da sole.
        Arturo

        Mi piace

  2. La decisione di partire in realtà l’hai già presa. Secondo me il momento peggiore in assoluto è quello della preparazione dei bagagli: ore di sofferenza ansiosa con la consapevolezza che ormai il dado è tratto.
    Poichè mi reputo una persona abbastanza precisa devo specificare che:
    – a onor del vero a Palermo una pista ciclabile c’è, ed è quella che costeggia il lungomare della città.
    – il canyon di Pantalica è percorribile solo a piedi se mai dovessi andarci, ma sono solo pochi chilometri; la bici la lasci in custodia ai guardiani dell’area o entra con un permesso della Forestale.

    Quando vuoi ( se vuoi ) mandami una mail e facciamo un’uscita insieme es. in Valmorea. Prometto che non discuto di società e immigrazione !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...